Come fare · Feste, ricorrenze e occasioni · Pasqua

{Come fare} Il porta-ovetto di Pasqua

Porta-ovetti di Pasqua
Buongiorno! Oggi vi presento un lavoro facile, per cui non servono attrezzature né materiali particolari, salvo delle cose che potete avere già in casa: confezioniamo un porta-ovetto di Pasqua. La misura che ho scelto è quella di un ovetto di cioccolata ‘standard’, ma secondo me può funzionare benissimo anche per abbellire un uovo sodo colorato!
Non vi scoraggiate se il tutorial è un po’ lungo: ci mettete di sicuro più a leggerlo che a fare il progetto, credetemi!

Materiale per il porta-ovetto
Iniziamo dunque con il materiale e attrezzature:
– un foglio A4 di cartoncino colorato (160 o 220 g/mq va benissimo; la carta da fotocopie è un po’ troppo leggera per questo progetto);
– un ritaglio di carta velina, anche di recupero;
– un bottoncino piccolo (opzionale);
– riga o righello, da almeno 30 cm;
– matita (e gomma);
– colla stick e, se ce l’avete, l’attaccatutto;
– forbici, ed eventualmente il taglierino;
– uno stuzzicadenti;
– la pinzatrice (che mi sono dimenticata nella foto!).

Come ritagliare il foglio A4
Sulla lunghezza del foglio, segniamo due strisce da 6 cm.
Troviamo la metà della prima, e a partire da quella linea segniamo 3 cm da una parte, e 3 dall’altra (in pratica, abbiamo bisogno di un quadrato da 6 cm di lato al centro della striscia).
Sulla seconda, indichiamo le linee come nella foto. Anche se tutte le righe, una volta montato il porta-ovetto, andranno a finire all’interno, le disegniamo leggere, in modo da poterle eventualmente cancellare.

Due strisce di cartoncino
Adesso ritagliamo le linee continue, in modo da ottenere due pezzi come quelli in foto. Mettiamo da parte l’avanzo del foglio per il prossimo lavoro.
È ora di usare il nostro strumento più innovativo: lo stuzzicadenti! Con l’aiuto della riga, lo passiamo lungo tutte le linee tratteggiate, così da fare il cosiddetto “invito” e ottenere pieghe più precise.
(Al posto dello stuzzicadenti possiamo usare un coltellino da burro, o i rebbi di una forchetta: l’importante è essere precisi.)

image
Pieghiamo verso di noi i cartoncini lungo tutti i segni.
Aiutandoci con una forma rotonda del diametro di circa 4-4,5 cm (io ho usato un rotolino dello scotch), disegniamo due cerchi nelle posizioni della foto…

Ritagliamo i cerchi
…e li ritagliamo accuratamente con le forbici.
Questa operazione va fatta dopo la piegatura, perché le finestrelle indeboliscono il cartoncino, che tenderebbe a piegarsi in posti diversi da quelli che vogliamo.

Questo è il momento giusto per cancellare le linee a matita, o per decorare l’esterno del porta ovetto con disegni o scotch colorati, perché adesso cominciamo ad incollare!

image
La colla stick va stesa (con parsimonia) sulle due alette indicate in foto.

image
Qui vedete come iniziare a incollare. Lo scopo è quello di fare un “ponticello” nel cui foro metteremo l’ovetto, in modo che stia in piedi…

Porta-ovetto terminato
…ecco, proprio così.

La struttura del porta-ovetto è terminata: la mettiamo da parte, e facciamo un fiorellino per decorarla.

Fiore con la carta velina
Prendiamo uno dei nostri ritagli di carta velina. Il mio misurava circa 25×25 cm e, come potete vedere nella foto, era piuttosto malconcio… ma vedrete che ne faremo qualcosa di bello!
Lo pieghiamo fino ad ottenere un quadrato con molti strati di velina: il mio ne contava 16 (piegato a metà, poi ancora a metà, e cosi via), che credo sia il numero massimo, ma anche 8-9 possono andare bene.
Ci facciamo nuovamente aiutare dal nostro rotolino di scotch per disegnare un cerchio sullo strato superiore.

image
Ritagliamo tutti gli strati di carta assieme (non serve essere troppo precisi), e li pinziamo più al centro possibile.
Sempre con la forbice, facciamo 8 tagli lungo il bordo del cerchio, che arrivino quasi fino al centro.
Se vogliamo, incolliamo al centro del fiore un bottoncino servendoci dell’attaccatutto.
Adesso, armiamoci di tanta pazienza e arricciamo gli strati di velina ad uno ad uno, schiacciandoli più o meno verso il centro a seconda dell’effetto che vogliamo ottenere.

Prendiamo nuovamente la struttura del porta-ovetto che abbiamo realizzato in precedenza, vi inseriamo l’uovo e la chiudiamo pinzandola più vicino possibile al bordo superiore.
Nascondiamo il punto attaccando poco più in basso il fiorellino, con un altra goccia di attaccatutto.

Porta ovetto di Pasqua per un ovetto Kinder
Ecco fatto!!!

Naturalmente, ci possono essere tante varianti, sia per la decorazione, sia per la chiusura.
Ecco ad esempio come può risultare la stessa confezione con una leggera goffratura e un fiocco per chiudere:
Tromo per uovo di Pasqua

Come vedete, con poco lavoro abbiamo personalizzato il classico uovo! Oltre che come regalo, questo veloce portauovo può essere usato come segnaposto per la tavola di Pasqua.

Spero che questo tutorial vi sia piaciuto: lasciateci un commento qua sotto, o mandateci le vostre fotografie!

Buon lavoro, e buona Pasqua a tutti!
Elisa.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...