{Intervista} Maria Marinoni – Desìr Creative Studio – Papercutting artist

Oggi vi presento una persona che – senza esagerare – è uno dei miei miti per quanto riguarda la paper art: lei è Maria Marinoni, di Desìr Creative Studio, e intaglia la carta per creare meravigliosi disegni, figurativi o geometrici. Ogni volta che vedo un suo lavoro di papercutting ne ammiro la precisione, e al tempo stesso quel calore che esprime veramente le qualità del “fare a mano”.
Il suo profilo Instagram è in cima alla lista di quelli che consiglio, proprio per il suo mix di disegni tattoo, figurativi, e costruzioni geometriche.
Leggere le risposte in cui Maria parla di sé è molto bello, perché si sentono veramente nelle sue parole le stesse emozioni che traspaiono nelle sue creazioni… perciò buona lettura!

Maria Marinoni e un suo mandala intagliato nella carta
Maria Marinoni e un suo mandala intagliato nella carta

Elisa: Come ti sei appassionata al paper cutting? Hai avuto un maestro o qualcuno che ti ha ispirato all’inizio?
Maria: Ci sono lunghi decenni di incubazione alle spalle del mio attuale lavoro: ho sempre avuto un’indole creativa, non ho mai smesso di voler cercare di riprodurre qualcosa, di sperimentare nuove tecniche, di abbracciare nuovi materiali. I miei genitori sono stati i primi creativi che mi hanno sostenuta (dovendo anche fare i conti con tutto lo spazio che i miei allora hobbies occupavano!). Sono approdata alla carta solo tre anni fa, semplicemente immaginandomi l’ennesima nuova idea da sperimentare. Da una prima veloce ricerca sul web scoprii con stupore che quello in cui volevo provare a cimentarmi da autodidatta era in realtà una tecnica tutt’altro che recente: aveva un nome, seguaci in tutto il mondo, professionisti del settore, regole ferree, una community internazionale e, soprattutto, un mercato. Era fatta: da quel momento ha avuto inizio la mia lunghissima sfilza di errori che mi ha accompagnata e scortata lungo il mio processo di formazione personale e professionale, facendomi arrivare fin qui.

“Keep aiming for the sky” by Maria Marinoni – Desìr Creative Studio

E: Come definisci quello che fai con la carta? La tua specialità?
M: Potrei dire che quello che attualmente realizzo con la carta è ciò che occupa al momento la fetta più consistente della mia giornata, e che a seconda dei momenti mi rilassa, mi innervosisce, mi esalta, mi rende felice, mi indolenzisce, mi fa innamorare. E l’idea che qualcuno accolga nelle proprie case e sui propri muri qualcosa a cui ho lavorato per tante ore e con tanta intima passione è davvero incredibilmente appagante. Nell’unicità e nell’irriproducibilità di ogni mio singolo artwork, mi sento di dirlo a bassa voce ma con orgoglio: si, questa è la mia specialità.

Papercut Corsica di Maria Marinoni
Papercut “Corsica” di Maria Marinoni

E: Qual è il tuo tipo di carta preferito? E il tuo strumento preferito?
M: Ho iniziato sbagliando tutto, TUTTO: carta, supporti, strumenti. Ma negli anni, a suon di errori, ho aggiustato il tiro. Anche se il papercutting sembra una tecnica tutto sommato semplice e con materiali “poveri”, la formazione è continua e non si smette mai di imparare, alla scoperta di carte e strumenti nuovi. La carta che prediligo cambia a seconda del tipo di lavoro che devo svolgere, ma le mie preferite sono quelle con fronte texturizzato e retro liscio adatto ad accogliere la lama. Per quanto riguarda i bisturi ne ho davvero tantissimi, i miei manici preferiti rimangono senz’altro i Fiskars o gli ExcelBlades, solidi e con impugnatura confortevole. E per le lame non ho dubbi: Swann Morton 15A. Ne ho una scatola da 100 che finisco puntualmente in 6 mesi!

A new creature in Mother's hands - Papercut by Maria Marinoni - Desìr Creative Studio
A new creature in Mother’s hands – Papercut by Maria Marinoni – Desìr Creative Studio

E: C’è uno dei tuoi lavori al quale sei più affezionata?
M: Ricordo ancora i primi due intagli che ho fatto incorniciare in doppio vetro. Erano davvero acerbi: la carta sbagliata, gli spazi sbilanciati, le incisioni insicure. Un perfetto lavoro da principiante, ma del quale ricordo ancora tutto nitidamente. L’incubazione dell’idea, le bozze delle illustrazioni, la ricerca del corniciaio che facesse al caso mio e finalmente… eccoli: vederli per la prima volta in tutto il loro neonato fragile splendore. Creare qualcosa da zero non è un concetto tanto diverso da quello della gestazione e della maternità. Mi piace chiamarla “incubazione creativa”. I miei due quadri primogeniti sono ancora qui con me, mi hanno seguita nel trasloco dello studio, sono bruttini e acerbi, ma senza questi due pezzi unici non sarei mai diventata quella che sono attualmente, e per questo voglio loro tremendamente bene.

Maria Marinoni - Desìr Creative Studio
Dreamcatcher intagliato nella carta da Maria Marinoni – Desir Creative Studio

E: Da dove vengono le ispirazioni per i tuoi lavori?
M: Quando non eseguo dei lavori su commissione mi faccio ispirare dall’habitat che mi circonda e dal mio background. Molti di quelli che realizzo sono lavori concettuali, che eseguo in un connubio di tanti elementi a me cari, attingendo spesso dal mio passato. Quello che ottengo a bisturi posato è un intaglio dal profumo un po’ nostalgico e dolceamaro, a cui ho voluto bene fin da subito. Altrimenti mi faccio ispirare dalle rappresentazioni mandaliche o dalla geometria sacra. Un’eccitante e recente scoperta, una grande sfida e un notevole esercizio di tecnica e precisione che sto affinando ogni volta che ho un attimo libero. Adoro il grande impatto visivo, e a volte le incredibili illusioni ottiche che si materializzano sotto la lama!

Papercut di Maria Marinoni - Desir Crearive Studio
Papercut di Maria Marinoni – Desir Crearive Studio

E: È possibile acquistare uno dei tuoi lavori? O averne realizzato uno su misura? Come?
M: Possibilissimo: nonostante il sito sia attualmente in restyling per un rebranding totale a cui mi sto dedicando, sono presente su Facebook e soprattutto su Instagram (@maria.marinoni), social grazie al quale ultimamente lavoro molto. In queste vetrine online pubblico periodicamente nuovi intagli o dettagli ai quali sto lavorando. Per ordinare e ottenere il proprio artwork personalizzato non bisogna fare altro che contattarmi in privato: per mail o messaggio. In quella sede l’interessato mi esporrà la sua idea, discutendo con me i dettagli, le misure, i colori scelti. Una sorta di consulenza che includerà scambio di bozze e aggiornamenti fotografici per monitorare i progressi, arrivando infine al prodotto finito e, se lo si vuole, incorniciato.

Dreamcatcher geometrico di Maria Marinoni - Desir Creative Studio
Dreamcatcher geometrico di Maria Marinoni – Desir Creative Studio

Grazie Maria, per aver condiviso con noi questi tuoi pensieri! Buon lavoro e buon tutto! ❤

Update: se volete muovere i primi passi nel papercutting intagliando un mandala simile a quello di Maria, trovate una spiegazione passo passo di come disegnarlo e come intagliarlo sul blog del sito Excel Blades (in inglese, ma con molte fotografie): Tutorial per un mandala geometrico, di Maria Marinoni.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: